elmec SRL | T. +39 030 8940026

MONITOR INFORMATIVO
(TFT COMPARTMENT MONITOR 18.5”)
CASSETTO NEWTON 1U 19”
4 Febbraio 2021
APPARECCHIATURA DI VIDEOSORVEGLIANZA
30 Agosto 2018

MONITOR INFORMATIVO (TFT COMPARTMENT MONITOR 18.5”)



Settore di applicazione: FERROVIARIO

FUNZIONALITÀ

Il prodotto è stato studiato per essere un info point con possibilità di utilizzo da interni ed esterni in modalità stand alone o incassato nelle pareti esterne delle carrozze su mezzi di trasporto, tram\treni o presso le stazioni ferroviarie.

REQUISITI DEL PRODOTTO

I requisiti di partenza per lo sviluppo del prodotto erano:

  • Raggiungere un grado di tenuta IP 65
  • Modularità della struttura per diversi impieghi (da 15” a 29”)
  • Resistenza a specifici regimi vibrazionali tipici dei mezzi di trasporto su rotaia
  • Dissipazione del calore generato dalle schede di controllo e dall’alimentatore senza fan
  • Messa a terra del case meccanico per proteggere l’elettronica da correnti statiche
  • Design minimale e dall’impatto pulito
  • Spessore del monitor inferiore a 32 mm
  • Peso entro xxx per garantire leggerezza agli allestimenti di bordo del treno

SOLUZIONI STUDIATE E APPLICATE

PROTEZIONE CONTRO AGENTI ESTERNI E DESIGN COMPATTO

L’applicazione richiedeva il raggiungimento di un grado IP65, protezione contro l’ingresso di polveri e liquidi.

  • nessun punto di fissaggio meccanico visibile sulla parte anteriore, quindi monitor pulito e con unica superficie vetrata a vista. Soluzione che serve anche a soddisfare il requisito di mantenere un design pulito e minimale.
  • Per poter contenere l’ingombro della struttura entro lo spessore massimo consentito è stata remotata la parte di elettronica che si occupa di alimentazione e controllo del display in un carter dedicato sul retro della struttura.

1MODULARITÀ
  • La parte di infrastruttura del frame è stata realizzata con 2 matrici di estrusione per le parti laterali e gli angolari. L’accoppiamento meccanico tra angolari e parti laterali a lunghezza variabile conferisce la possibilità di rendere modulare il case in funzione della dimensione del display in diversi contesti di utilizzo.
  • Il carter a chiusura del retro è l’unica parte realizzata in acciaio per garantire rigidità strutturale dato che ingloba anche i punti di fissaggio dell’intero display alla parete o staffa di installazione. - I punti di fissaggio sul carter sono stati realizzati tramite boccole realizzate ad-hoc con torni CNC e saldate con tratto laser su tutto il perimetro per garantire la tenuta ermetica.
  • L’accoppiamento meccanico del carter retro con la struttura in profilo estruso è stata realizzata con viti specifiche NYSEAL dotate di guarnizione sottotesta; una soluzione semplice e versatile che semplifica le operazioni di assemblaggio e garantisce ripetibilità della tenuta.
  • Il vetro frontale è stato realizzato con sagomatura arrotondata in borosilicato extrachiaro con trattamento di tempra per adattarsi al requisito di resistenza ad impatti IK 20.
  • Sul perimetro è stata realizzata una serigrafia nera per evidenziare solamente la parte attiva del display e permettere la corretta integrazione del display.
1RESISTENZA A VIBRAZIONI
L’installazione di questi monitor incassati nelle pareti delle carrozze richiede che il device debba resistere a regimi di vibrazione definiti. Per raggiungere una buona tenuta al test
  • Il vetro è stato fissato alla struttura unicamente con collanti siliconici ad-hoc per l’applicazione ferroviaria. L’assenza di contatto diretto tra parti meccaniche strutturali ed il vetro conferisce un miglior comportamento ai regimi vibratori richiesti.
1DISSIPAZIONE DEL CALORE
La dissipazione del calore doveva essere totalmente passiva, senza fan.
  • Per garantire il corretto funzionamento dell’elettronica di controllo ed alimentazione il carter che li contiene è stato realizzato in alluminio da un corpo pieno lavorato a CNC con profilo alettato esternamente. I punti specifici da dissipare sono stati messi in contatto con la struttura da ponti termici direttamente ricavati da lavorazione.

MATERIALI E TECNOLOGIE UTILIZZATE

Questo sistema è composto da diversi materiali (alluminio, acciaio, guarnizioni in poliuretano espanso, PVC, viti inox NYSEAL, vetro temprato, collanti siliconici.)
Il risultato è stato ottenuto impiegando 17 diverse tecnologie (estrusione, taglio profilato, fresatura, taglio laser, piegatura, satinatura, tornitura, saldatura a laser, deposizione guarnizioni, incollaggio vetro, protezione, mascheratura, montaggio, trattamenti di anodizzazione, trattamento zincatura, verniciatura, serigrafia) 9 delle quali sono state ottenute attingendo al nostro network di fiducia (estrusione, tornitura, serigrafia, saldatura a laser, trattamenti anodizzazione e zincatura, verniciatura, deposizione guarnizioni e incollaggio vetro)

7

Materiali

17

Tecnologie

9

Lavorazioni core